Analisi di Ascolto

ANALISI COMPETITOR: NEWS e TALK tra le 6:00 e le 9:00

L’informazione è uno dei grandi motivi per l’ascolto della Radio oltre alla Musica e alla Conduzione. Alcune emittenti nazionali fondano sull’Informazione la loro offerta del primo mattino; analizziamo insieme i profili di ascolto delle 4 stazioni principali e le loro performance tra le 6:00 e le 9:00 dal lunedì al venerdì.

TER 2018: RADIO KISS KISS è in VOLO

Sono state pubblicate le anticipazioni dei dati di TER 2018. Sono disponibili sia i dati del 2° semestre che quelli annuali. Interessanti le indicazioni per la Radiofonia nazionale, sia nei Quarti d’Ora che nel Giorno Medio.

ANALISI COMPETITOR: R 101 vs RADIO MONTECARLO

R 101 e RADIO MONTECARLO sono le proprietà con meno ascoltatori tra le Radio nazionali di Mediaset. Sono entrambe posizionate sul segmento adulto e con molte similitudini tra loro. Tuttavia ci sono anche alcune distinzioni salienti. Analizziamole…

ANALISI a RICHIESTA: i POMERIGGI della RADIO

Un breve viaggio nel pomeriggio della Radio offre un quadro competitivo in cui le stazioni di Flusso emergono per continuità. Le grandi performance de Lo Zoo di 105 e de La Zanzara, visibili anche a occhio nudo, non consegnano primati a RADIO 105 e a RADIO 24 se non un miglioramento di share. Anche tra le 14 e le 20 i device di ascolto determinano il risultato.

PERCHE’ ISCRIVERE le EMITTENTI a TER 2019

Sono i giorni caldi per l’iscrizione delle emittenti all’indagine di TER per il 2019. Scadenza 14 dicembre. Al di là delle critiche alla configurazione societaria auto-referenziata del Tavolo Editori Radio e alla metodologia della sua ricerca, è importante aderire per alcune ragioni di settore e di business. E senza paura.

Il PRIMO MATTINO e i DEVICE di ASCOLTO

Le rilevazioni di ascolto di TER 2018 si completeranno nella giornata di lunedì 17 dicembre. Come si sta muovendo la competizione nel Primo Mattino e che ruolo hanno i Device di Ascolto tra le 6 e le 9, dal lunedì al venerdì?

I TRIMESTRI di TER e la LORO LETTURA

I dati riservati del trimestre creano punti interrogativi più che idee e soluzioni nelle Radio medio-piccole e generano chiacchiericci poco professionali on-air e sui social alimentati da alcuni operatori. E’ il momento di cambiare qualcosa.