E… LA FM… SAREBBE “FERRO VECCHIO”?

Comment

Analisi di Ascolto

In questo momento è in atto una vera e propria aggressione speculativa all’interno del mondo del Broadcast Radiofonico. Pietro Gambadilegno e la banda Bassotti stanno narrando a zio Paperone che le infinite monetine del suo bunker-piscina, tutte faticosamente accumulate nel corso di un’intera vita, stanno andando fuori corso; i suoi tuffi dal trampolino e le nuotate nelle monetine dorate rischierebbero il crac assoluto, soldi che si trasformano in puro e semplice ferro vecchio. Gulp! L’affare proposto dai lestofanti prevede la conversione di tutte le sue monete in certificati di deposito, ovviamente i loro. Editori della Radio, siete zio Paperone ma forse avete qualche dubbio. La FM è il cumulo di monetine nel vostro deposito. E l’unica autorità che può metterle fuori corso è il mercato degli ascoltatori, non proprio Pietro Gambadilegno e la banda Bassotti.

Sia chiaro che nell’ottica di una diversificazione del rischio, oltre alle monete in deposito è possibile se non doveroso aggiungere qualche preciso e limitato strumento finanziario (DAB, WEB e DTT, tutti ad alcune condizioni) ma attenzione a cosa sia scritto sulla carta al momento dell’acquisto; il rischio è di incamerare in realtà titoli ad alto rischio dal possibile default (piattaforme “volatili”) o fondi di investimento dal dubbio controllo (aggregatori “me too”, spesso riconoscibili dallo spauracchio in-car).

Abbiamo scritto del mercato degli ascoltatori. Ne esploriamo i device di ascolto grazie ai nuovi dati di TER 2017? Cosa c’è di meglio di ascoltare tutti gli ascoltatori e coglierne le precise scelte di fruizione?

Con il 68,55% del totale degli ascoltatori che utilizzano l’AutoRadio nel 2017 e il 31,58% che dispone e ascolta ancora dagli Apparecchi Radio possiamo considerare con un po’ di senno che la FM sia “Ferro Vecchio”? La Radio è poi anche resiliente verso il Digital. Anche. Non è richiesta la sostituzione del perno principale, la FM!

Concentriamoci ancora nel farla fruttare, la cara e amata FM, come nodo assolutamente centrale verso la mobilità e a favore delle attività e del business del Brodacast Radiofonico, il servizio pubblico a lbero accesso numero 1 al mondo.

[Inserimento commenti più in basso]

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *