ASTOfile

Il Profilo di Claudio Astorri

Nel corso del 2004 e dopo 23 anni di esperienza nel settore del Broadcast Radiofonico Claudio Astorri avvia la sua attività “ASTORRI – Comunicazione Radio”. E’ il seguito di esperienze vincenti sia nella Direzione di Radio Nazionali a carattere musicale e di intrattenimento che a sostegno di start-up di Radio Pubbliche e Private a carattere informativo.

Oltre alle esperienze significative fino al 2004 e alle attività professionali svolte dal 2005 in questa sezione sono riportati anche elementi della formazione internazionale e dell’insegnamento in Università.

Tra gli aspetti personali che offrono una descrizione aggiuntiva del profilo contano molto alcuni valori di servizio al pubblico e di orientamento ai clienti pubblicitari e una sconfinata passione marconiana per le onde corte esercitata attraverso la patente e la licenza di radioamatore.

Le Esperienze Professionali Più Significative di Claudio Astorri – Prima del 2004

Socio Fondatore e Station Manager di RTL 102.5 (1988-1993) al fianco dell’Editore Lorenzo Suraci, dal punto zero fino al 3° posto in graduatoria nazionale di ascolti AudiRadio. E’ la prima emittente di formato “Contemporary Hit Radio” in Italia. Sostenuta anche la nascita di OPENSPACE PUBBLICITA’, la Concessionaria del Gruppo.

Responsabile dei Programmi di RADIO DEEJAY nell’era di Claudio Cecchetto. E’ l’emittente di Talenti della Radio quali Fiorello, Marco Baldini, Jovanotti, Amadeus, Albertino e Linus. Nasce e si sviluppa poi da quel nucleo il formato della “Personality Radio” in Italia.

Supervisore delle società radiofoniche del gruppo FINELCO (RADIO 105, RADIO MONTECARLO e 105 CLASSIC) al servizio dell’Editore Alberto Hazan. Promossi nuovi progetti editoriali con riscontri di successo quali “Happy Days” con Marco Galli (dalle 14 alle 16) su Radio 105 e “Anteprima Sera” (dalle 18 alle 20) su RMC.

Le competenze toccano la musica, l’intrattenimento ma si spingono anche all’informazione. Nel 1997 e 1998 l’opportunità si chiama RAI INTERNATIONAL. La sfida è quella di diffondere i contenuti RAI agli Italiani all’Estero attraverso la Radio, proprio mentre Renzo Arbore ne è direttore artistico.

Il viaggio nelle Radio d’Informazione ha il suo culmine nel gruppo SPER dove nasce la prima Radio di formato “News Talk” d’Italia in joint-venture con IL SOLE 24 ORE che successivamente la rileverà completamente. E’ RADIO 24. Una grande stagione di studio e di ricerca, con viaggi di approfondimento anche negli U.S.A., un gruppo di lavoro senza pari, una start-up unica.

Lo Station Management di RDS (2001-2004) è quello della maturità. Si realizzano innovazioni di formato e di posizionamento musicale. La crescita degli ascolti supera il concorrente RTL 102.5 di ben 500.000 ascoltatori giornalieri. Nel 2004 l’emittente dell’Editore Eduardo Montefusco diviene così la prima “Contemporary Hit Radio” d’Italia. Nello stesso periodo viene avviato, anche il lancio di RDS ADVERTISING, la concessionaria di pubblicità del Gruppo.

Le 2 più grandi direzioni di Claudio Astorri: RTL 102.5 e RDS

Si tratta delle mie più grandi direzioni perché le più importanti e anche determinanti nel sovvertire gli equilibri esistenti nel mondo della Radio. Per gli interessati qui sotto i link utili ad approfondire le 2 esperienze.

Case History — GRANDI DIREZIONI: RTL 102.5

Case History — GRANDI DIREZIONI: RDS

Le Esperienze Professionali Più Significative di Claudio Astorri per ASTORRI – Comunicazione Radio – Dal 2004

ATTIVITA’ PROFESSIONALI – POST 2005

Valori

I concept che hanno sempre caratterizzato la visione dell’attività radiofonica di Claudio Astorri sono stati quello di servire il pubblico, non generalmente di “fare la radio”, e di servire i clienti, non semplicemente di “procacciare ordini”.

Il pensiero della strategia è stato ed è sempre di più influenzato dalla Ricerca nel senso più ampio, compreso quello della centralità delle Analisi e delle Ricerche di Mercato.

L’innovazione creativa e organizzativa a tutti i livelli è invece il motore operativo.

Il concetto di squadra e una grandissima attenzione alle risorse umane costituiscono una significativa base vincente; il grande aiuto in quella direzione arriva dallo sport e in particolare dal basket, molto amato e praticato in gioventù a livello agonistico.

La stazione radio è un essere vivente e in quanto tale necessita di ricchezza umana coordinata e allo stesso tempo messa nelle condizioni di esprimersi compiutamente.

Infine un requisito essenziale. Può sembrare un paradosso ma chi è un Radiofonico e desidera eccellere nel servizio al pubblico e in quello ai clienti anche con risultati importanti deve prima di qualsiasi cosa essere un grande, un grandissimo ascoltatore.

Insegnamento in Università

Dall’anno accademico 2004-2005 fino ad oggi sono professore a contratto del MASTER in COMUNICAZIONE MUSICALE presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il mio corso è “TEORIE E TECNICHE DELLA RADIO MUSICALE“ ma conduco anche il “LABORATORIO DI PROGETTAZIONE RADIOFONICA“.

La Pagina Ufficiale di Presentazione del Master in Comunicazione Musicale

Come contattare Claudio Astorri

Indirizzo Postale e Residenza

ASTORRI sas
Residenza Spiga, 161
20090 Segrate, MI
Italy

Telefoni

Tel: +39 02 36555494
Cel: +39 373 8035870

E-Mail

claudio@astorri.it

Social Network

Linkedin: Claudio Astorri
Facebook: Claudio Paco Astorri
Twitter: @claudio_astorri
Instagram: sorrisi.radiosi

Aggiornamento Informativa sulla Protezione dei Dati Personali

Abbiamo rivisto le nostre informative sulla Protezione dei dati personali e abbiamo rafforzato il nostro sistema di gestione per garantire che i tuoi dati siano trattati in sicurezza ed impedire che possano essere diffusi a soggetti non autorizzati.

Nell’Informativa Privacy ti indichiamo quali sono i tuoi diritti e come puoi esercitarli, quali dati raccogliamo e per quali finalità. In qualsiasi momento puoi cambiare le tue preferenze e i consensi che hai prestato all’invio della tua Newsletter accedendo, consultando e modificando i tuoi dati di registrazione all’indirizzo www.astorri.it.

Con questo aggiornamento veniamo incontro all’esigenza di tutela della sfera privata, sempre più avvertita dai cittadini europei, e ci atteniamo al nuovo Regolamento UE 2016/679 (GDPR) in materia di protezione dei dati personali.