DOVE STA ANDANDO RADIO ZETA?

E’ il cambio di formato o il nuovo progetto dell’anno. La definizione dipende dal punto di vista, se si osservi Radio Zeta per il suo passato oppure per il suo futuro. Iniezione potentissima di frequenze, quelle sono nuove, promozione ai massimi livelli, ridefinizione del branding e numerosità di conduttori. Radio Zeta ha certamente cominciato il 2016 manifestandosi come la grande novità dell’anno. Corre l’obbligo, più che di seguire gossip o commenti, di compiere un primo giro di analisi sia pure molto leggero. Cosa sta succedendo al pubblico preesistente di Radio Zeta? Quali nuovi ascoltatori stanno salendo a bordo? E’ presto per rispondere a queste domande perché i tempi di cambiamento o di start-up, per esperienza diretta e per osservazione di altri, non sono mai veloci ma nel frattempo è possibile cogliere un primo segnale.

Per verificare cosa stia accadendo possiamo mettere a confronto 2 periodi omogenei, il 1° Semestre 2015 (gestione precedente) e il 1° Semestre 2016 (gestione successiva). Il riferimento del dato è quello del quarto d’ora, quindi si confrontano gli ascolti e non gli ascoltatori…

Cominciamo con il notare che i quarti d’ora nel complesso scendono, anche se solo di poco e in valore assoluto. Guardiamo meglio nei caratteri socio-demografici, cominciamo con il sesso.

rzeta-sesso

La polarità è già cambiata; il pubblico maschile ha superato per ascolto quello femminile. Interessante. Osserviamo ora le Età.

rzeta-eta

Molti si chiedevano cosa sarebbe accaduto degli ascoltatori adulti “over 64” di Radio Zeta a fronte del ringiovanimento della stazione. Ecco, abbiamo un primo cambiamento… i quarti d’ora del target più adulto sono in discesa ma, come si può vedere, sono rimpiazzati quasi completamente da crescite al di sotto del target 45-54. E’ certamente l’effetto di un orientamento musicale completamente differente.

E in termini di professione?

rzeta-professione

E’ ancora troppo presto per vedere un cambio socio-professionale nel profilo degli ascoltatori di Radio Zeta ma, di pari passo al ringiovanimento già in parte riscontrato, si aggiorneranno prossimamente anche le professioni.

Tra i vari effetti sotto osservazione stanno salendo (sono raddoppiate in un anno) le duplicazioni degli ascoltatori nel giorno medo che assegnano a Radio Italia e a RTL 102.5 ciascuna oltre 100.000 persone in condivisione con Radio Zeta.

Condividi il post/la pagina:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *