TER 2021, 1° SEMESTRE: il MEZZO RADIO in ALLARME ROSSO

Il mezzo Radio è continuamente promosso sul blog. E sempre per motivi che originano da oggettività. In questo caso è da segnalare che 3 cadute simultanee e profonde nei 3 parametri fondamentali richiedono interventi immediati. TER, 1° semestre 2021.

Ed eccole, tanto attese. Sono le cosiddette anticipazioni dei dati del 1° semestre 2021 di TER, l’indagine ufficiale degli ascolti Radiofonici. Precisiamolo. Le informazioni fornite sono alquanto scarne, solo dati quantitativi e massivi e senza possibilità di approfondimenti specifici o filtri particolari. Per l’analisi approfondita dobbiamo attendere il 7 settembre quando TER rilascerà i cosiddetti volumi. Sia in forma PDF che in quella elettronica e più tecnica disponibile solo a chi ha attivato gli abbonamenti ai software certificati da TER.

Osserviamo i dati nel dettaglio attraverso un confronto solamente con i riferimenti omogenei del passato, il 1° semestre del 2018 e lo stesso del 2019. Ricordo che paragonare i dati di un semestre con riferimenti differenti, come ad esempio quelli annuali, è improprio. Ricordo che per l’emergenza Covid-19 i dati del 1° semestre 2020 non sono stati pubblicati. Il campione della popolazione oltre i 14 anni, quella misurata da TER, è incrementato di sole 22.070 unità rispetto ai 52.975.150 individui del 2019. Ciò rende capziose tutte le eventuali compensazioni.

L’ascolto generale nei 7 Giorni

Ecco l’andamento nella fruizione generale (tutte le stazioni) del 1° semestre 2021 rispetto ai precedenti semestri disponibili in base ai dati TER e con riferimento agli ascoltatori settimanali.

La perdita sullo stesso semestre del 2018, che annulla il trend positivo conseguito nel 2019, è di 614.340 ascoltatori. E’ il numero di individui che non si sono più sintonizzati sul mezzo Radio almeno una volta in una settimana. Si tratta del -1,40% in termini assoluti. Dall’82,92% della popolazione servita si scende all’81,72%. Ragionevolmente e per tutto quello che è accaduto nel 1° semestre è un costo pagabile? Ci si poteva aspettare di peggio data la condizione pandemica e il cambio delle abitudini a danno della mobilità? Certamente sì.

L’ascolto generale nel giorno medio

L’andamento degli ascoltatori nel giorno medio è indubbiamente un altro punto di riferimento per comprendere la condizione del 1° semestre 2021 della Radio nel suo complesso.

Il giorno medio del totale Radio arretra di 1.318.530 ascoltatori rispetto al 1° semestre del 2018 vanificando il trend positivo. E’ una frenata significativa del -3,82%, dunque molto più profonda di quella dell’ascolto settimanale. E’ quindi chiaro che il prezzo più alto la Radio nella pandemia lo paga non tanto alla copertura di ascoltatori ma alla frequenza del loro ritorno su base giornaliera. Certamente è un risultato che non è positivo e deve indurre nell’industria a riflessioni che non siano di semplice attesa che la pandemia finisca con i suoi effetti nefasti.

Il nuovo dato è che la Radio, nel 1° semestre del 2021, è stata ascoltata dal 62,67% della popolazione. Eravamo nello stesso semestre del 2018 al 65,19%.

L’ascolto generale nel Quarto d’Ora Medio 6-24

Dopo le variabili degli ascoltatori, nei 7 giorni e nel giorno medio, occupiamoci di ascolto. La dimensione è quella del quarto d’ora medio tra le 6 e le 24.

La caduta nel quarto d’ora è di quasi 400.000 ascolti medi rispetto allo stesso semestre del 2018. Per la precisione il mezzo perde 395.830 individui mediamente sintonizzati tra le 6 e le 24. In termini percentuali è il -6,23%. E’ il parametro sul quale la Radio perde di più.

Compressione apprezzabile nei 7 giorni, riduzione significativa nel giorno medio e perdita profonda nei quarti d’ora. Allarme rosso. Le iniziative di promozione a sostegno del mezzo, che non possono essere semplici segnali di unità o contest di canzoni come nel corso della pandemia, sono richieste in termini immediati.

Photo Credit: iStock.com/Assja



Desideri rimanere aggiornato
sui temi del mondo Radiofonico?
Le Newsletter periodiche di ASTORRI
sono 4 e puoi sceglierle
in base al tuo interesse.
Selezionale e registrati qui!


Condividi il contenuto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *