I GIOVANI e l’ASCOLTO del MEZZO RADIO

Dato che a 52 anni mi sento ancora giovane, e credo che questa malattia abbia colpito anche molti di voi più o meno coetanei, chiariamo bene cosa si intenda qui e in questo articolo per “giovani”; in questo caso si intendono gli individui tra i 14 e i 17 anni, estremi inclusi. Diciamo dunque che per giovani intendiamo i non ancora maggiorenni. E ci occupiamo di alcune leggende sul fatto che ignorino o snobbino la sintonizzazione della Radio, allo scopo di verificarle nel confronto con i fatti oggettivi, con le evidenze delle ricerche. Per capirne di più abbiamo uno strumento principale, proprio la ricerca GFK RADIO MONITOR. Da qualche settimana sono disponibili anche su nastro i dati del 1° semestre 2015 che quindi possiamo paragonare, per avere un confronto omogeneo, con quelli del 1° semestre 2014. Lo scopo è avere il trend più aggiornato.

La popolazione di riferimento è cambiata tra il 2014 e il 2015, dunque le analisi di confronto, per essere corrette, devono riguardare le percentuali e le share e non i valori assoluti. Preciso che gli ascolti riguardano tutte le stazioni Radio: quelle pubbliche e private, quelle nazionali e locali.

1^ Analisi: La Percentuale di Ascolto nel Giorno Medio per Tutte le Stazioni e per Target di Età.

Il grafico riprodotto, un istogramma a confronto, mostra in colore più chiaro il dato del 1° Semestre 2014 e in colore più scuro quello del 1° Semestre 2015. Il dato generale dell’ascolto Radio, definito come “Totale” scende dal 66,12% al 66,02%. Stiamo parlando del 66,02% di tutta la popolazione italiana oltre i 14 anni che ascolta la Radio quotidianamente. E’ interessante notare quale sia il Target di Età tra tutti che percentualmente abbia il valore più alto; ebbene sì, alla faccia del percepito e di quanto affermano i catastrofisti, il target 14-17 è il numero 1 con il 79,32% sia pure in flessione dal 79,98%. Precede in percentuale di ascolto tutti gli altri target di età, proprio tutti.

Basta avere un semplice pallottoliere a disposizione e ci si rende conto che stiamo scrivendo un dato a favore del target 14-17 anni che supera di oltre 13 punti percentuali quello della media. Possiamo ancora stare a parlare di “abbandono della radio” da parte dei giovani? Non se ne può più di sentire simili falsità.

2^ Analisi: Il Tempo di Ascolto nel Giorno Medio per Tutte le Stazioni e per Target di Età.

Questo è il vero nodo che, sia chiaro, è completamente differente dal sostenere che i giovani non si sintonizzino nemmeno più sulla Radio. Mentre la durata di ascolto giornaliero del totale degli ascoltatori è assolutamente stabile a 197 minuti (ben 3 ore e 17 minuti) quello dei giovani 14-17 anni è sceso ulteriormente in un anno da 126 a 116 minuti.

La sintesi – Il problema di marketing è dunque questo: i giovani dai 14-17 anni si sintonizzano quotidianamente sulla Radio più di qualsiasi altro target di età ma il loro tempo di ascolto è quello inferiore e sta scendendo alquanto rapidamente.

Dal mio punto di vista ce n’è abbastanza per sostenere che la soluzione c’è, esiste, ed è un tema di OFFERTA RADIO prima che di concorrenza di altri media o piattaforme. E’ evidente che manchino stazioni votate a servire quel pubblico e anche, in parte, quello appena superiore dei 18-24 anni.

L’opportunità di così tanti giovani che si sintonizzano è un patrimonio grandissimo che deve essere maggiormente valorizzato attraverso la ESPLORAZIONE e altri concetti prioritari per quel target di età. Occorre studiare, analizzare e far convergere forze manageriali, tecniche, editoriali e commerciali. Un gruppo di lavoro? Esattamente!

3^ Analisi: Le Stazioni Radio più ascoltate nei quarti d’ora dal target 14-17 anni.

Per concludere ecco il dato della speciale classifica 14-17 anni e “parla” da solo… ma è da precisare che nell’asse Y abbiamo il quarto d’ora medio sulle 24 ore espresso in migliaia.

In breve… le Personality Stations RADIO DEEJAY e RADIO 105 sono solo rispettivamente 3^ e 6^ e hanno totalmente perso negli anni la leadership sul target 14-17 anni. Le Radio di Flusso invece appaiono fortissime. RTL 102.5 e RDS da sole hanno più del 28% del totale dell’ascolto del target mentre RADIO DEEJAY, la terza, è a una sola cifra con l’8,66%. Colpisce osservare VIRGIN appena sotto RADIO 105 ma anche RADIO ITALIA così ben quotata dal target 14-17 anni.

Qualche nuovo progetto per il target 14-24 anni da meditare bene? E’ il momento… 🙂

 

Condividi il post/la pagina:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.