Lo SCRITTORE del NOSTRO MEZZO al SUO 3° LIBRO: “VOCI alla RADIO”

La Radio ha il suo scrittore. Terzo libro per Enzo Mauri: “Voci alla Radio”. Tanti motivi per averlo nella libreria di casa ma soprattutto per leggerlo e utilizzarlo. Il primo? E’ il ponte tra passato e presente della Radio.

Lo scrittore del nostro mezzo è certamente Enzo Mauri. Dopo “Quelli della Radio” e “Qui Radio libera” è stato pubblicato da Armando EditoreVoci alla Radio“, il suo terzo libro. L’approccio di Enzo Mauri è consolidato nella sua esperienza divulgativa. E’ uno scrittore perché narra e fa narrare storie di Radio. Include non solo i conduttori, la parte pubblica della Radio, ma anche gli operatori del dietro le quinte che più si sono distinti. E che più hanno contribuito a storie di successo, che magari ne hanno contaminate altre. L’autore è alla caccia delle contaminazioni.

Lo missione di Enzo Mauri come scrittore appare essere il ponte tra passato e presente della Radio. Tra i valori di chi ha avviato l’incredibile esperienza della FM in Italia e chi ha intrapreso l’ardua sfida di raccoglierli e di immaginare di proiettarli oltre che nel presente anche nel suo futuro. Il frutto del libro si deve prima di tutto a una forma di ascolto dell’autore, a mio avviso molto generosa. Un grande impegno di ricerca e di interazione con i soggetti di interesse che si riflette nello spazio che è stato riservato ai protagonisti. Molto ampio e decisamente libero.

Enzo Mauri al microfono, l’autore di “Voci alla Radio”

Alcuni spunti per la lettura del libro

Il libro non può mancare negli scaffali di noi operatori della Radio per il suo valore di tipologia testimoniale. Siamo in tanti, tutti insieme, uniti dalla grande passione della Radio. Credo possa essere utile anche a studenti e ad appassionati non operativi. Ho trovato nella lettura numerosi stimoli di interesse anche per me, un ossessionato dai progetti del presente e del futuro. Solo a titolo di esempio cito volentieri il racconto dell’esperienza di Carlo Massarini in RAI Radio, che si è conclusa troppo presto, e la testimonianza di Luisella Berrino di RMC sulla spontaneità.

Oltre ai temi toccati dalla sensibilità e dal ricordo dei singoli, il libro è ben strutturato nei suoi capitoli per cogliere e raccogliere le testimonianze dei protagonisti in base alla stazione. Ecco Radio Milano International nei vari racconti a partire dal fondatore Rino Borra, poi Studio 105, Radio Peter Flowers e le altre stazioni nate a Milano. Un viaggio che prosegue nel Veneto, e poi a Roma e nel Sud nell’impegno di unire tutto il Paese e tutte le esperienze salienti nella Radio. Imperdibile il racconto di Gianni Prandi su Radio Bruno. E onorato di aver scritto il 1° capitolo.

Condividi l'articolo:

Desideri rimanere aggiornato
sui temi del mondo Radiofonico?

Le Newsletter periodiche di ASTORRI
sono 4 e puoi sceglierle
in base al tuo interesse.
Selezionale e registrati qui.


Il servizio di consulenza più richiesto

AUDIENCE ANALYSIS
a cura di ASTORRI

Scopri perché l'analisi dei dati
mette in moto i tuoi ascolti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.