SALUTIAMO con PLAUSO la NASCITA di PLAYER EDITORI RADIO

Giornata storica. Il 23 luglio 2019 è nata la società PLAYER EDITORI RADIO srl. La sua finalità è creare un solo player sul WEB per tutti i Broadcaster Radio pubblici, nazionali e locali. La Radio in Italia tutta insieme per competere nel digitale. La forza dell’industria della Radio cresce significativamente.

E’ una giornata storica per la Radio in Italia. O meglio, per i Broadcaster della Radio in Italia. 23 luglio 2019. E’ nata una nuova società che ricalca le partecipazioni nella Tavolo Editori Radio srl e che è stata denominata PLAYER EDITORI RADIO srl. Emittenza Radiofonica pubblica, nazionale e locale attraverso le sue associazioni. Tutti insieme. La Radio a livello di industria vara il progetto di un unico player digitale per tutte le emittenti in Italia che è “senza algoritmi, senza filtri, senza intromissioni e senza abbonamenti”.

E’ l’idea di un aggregatore digitale, originario e proprietario dei Broadcaster Radiofonici e con il DNA che li caratterizza; la Radio è un servizio pubblico a libero accesso e come tale vive e si sviluppa. A breve ciò sarà traslato adeguatamente anche sul Web. Necessariamente si determinerà un successivo riordino nella selva di aggregatori nazionali e internazionali a vantaggio di una fruizione più diretta e meno mediata (peraltro più o meno lecitamente) tra stazioni dei Broadcaster e ascoltatori sul Web.

Il Player unico della Radio permetterà di perfezionare l’accesso di tutte le emittenti Radiofoniche a tutti i device disponibili; connected car, assistenti vocali, smart TV, speakers Wi-Fi, smart watches, tablet, personal computer e smartphones.

Tutta la varietà, tutta la offerta, tutta la gratuità, tutto il servizio della Radio avrà una App di riferimento per il pubblico degli ascoltatori del mezzo. Buon lavoro al CdA, al neo eletto presidente Lorenzo Suraci e al direttore generale Michele Gulinucci.

La Radio è da oggi anche Player Editori Radio. PER compete in digitale nell’unico modo possibile: tutti insieme! 

Condividi il contenuto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *