L’ASCOLTO della RADIO è DECISO dai DEVICE?

Stiamo ancora esaminando i dati del 1° semestre 2018 di TER, l’indagine ufficiale degli ascolti Radiofonici, e ci siamo già occupati dei device, dell’analisi del terminale di ricezione, in almeno 3 occasioni: in un primo post sugli ascoltatori del mezzo e nel giorno medio, in un altro e più specifico sull’autoradio e nell’ultimo anche sui quarti d’ora per tipologia di ricevitore a proposito dello studio sui Drive Time. Manca almeno un quarto approfondimento, quello di questo post, che si focalizza sull’impatto dei device nella competizione per l’ascolto delle emittenti.

Abbiamo già e più volte fugato e fatto evaporare i sogni dei guru del Web secondo i quali la Radio, come tutto, passerà solo dall’on-line. Sorry, guys: broadcast will never die. Nel 2018, oltre un quarto di secolo dall’avvento di Internet, l’81% dell’ascolto è esclusivo da autoradio, apparecchio Radio e televisore; solo il 13% è miscellaneo con meno del 6% di ascolto di puri digitali solo via Web, peraltro stabili nel loro complesso e senza crescita. Di cosa parliamo? Di piccolissimi numeri della Radio via Web oggi che potrebbero diventare piccoli domani o forse dopodomani.

In realtà dobbiamo esaminare con attenzione i dettagli dello scenario di tutti device e senza pregiudizi. E nemmeno con rivalse in effetti abbastanza facili da gestire. Cominciamo con alcuni numeri generali da memorizzare facilmente. Il totale di tutte le emittenti Radio nei quarti d’ora è di 4.924.030. Cosa vuol dire? Semplice, in ogni istante, o meglio in ogni quarto d’ora come unità minima dell’ascolto Radiofonico e sulle 24 ore ci sono mediamente oltre 4,9 milioni di persone all’ascolto. Enormità. Bene, dopo lo strapotere dell’autoradio e dell’apparecchio Radio, il Televisore si fa spazio tra i device con ben 315.110 fruitori medi nelle 24 ore. Sono tanti. Quasi il doppio di smartphone/cellulare e più del triplo di PC/Tablet. Il televisore è diventato un device cruciale. Vediamolo nei fatti in un’analisi limitata alle Top 5.

Ce ne sarebbe in effetti da analizzarne e scriverne per ore. La competizione per l’ascolto dall’autoradio, che poi è quello centrale per quantità come è evidente, vede le prime 4 stazioni in un confronto non affatto risolto. RTL 102.5 è tutt’altro che saldamente prima insediata da vicinissimo da RDS; con circa un -10% di differenza inseguono RADIO 105 e RADIO DEEJAY che sono ancora in partita mentre qui si consuma il distacco fatale di RADIO ITALIA.

Gli apparecchi Radio non sono decisivi ma Radio Deejay proprio lì accusa un gap rispetto a tutte le altre.

E’ tuttavia il terzo device, quello del televisore, a modificare gli equilibri dei contendenti per il primato degli ascolti. RTL 102.5 setta la distanza con tutti con un dato di oltre 115.000 ascoltatori medi nelle 24 ore che equivale a una incredibile share del 36,52% della fruizione Radiofonica complessiva dal televisore. Solo RADIO ITALIA offre segnali di vita nel device mentre le altre solo completamente al palo. Non può nemmeno sfuggire che per RTL 102.5 il televisore, caso unico, è il secondo device a precedere lo stesso apparecchio Radio. Quella di Lorenzo Suraci, patron dell’emittente, è stata una visione futura ora centrata nella realtà e che offre ora un vantaggio competitivo notevole certamente e anche relativamente al primato.

Ma c’è di più. Molto di più. In termini di apporto, come visibile dal grafico, la quota di Televisore per RTL 102.5 crea un forte valore aggiunto nel target 18-24 anni dove la share è addirittura del 46,08% a livello nazionale e per device e nel target 45-54 con la precisazione del sesso prevalentemente femminile. La quota di share nel 45-54, sembra un gioco, è di uno stupefacente 45,54%. Sostanzialmente la Radiovisione porta a RTL 102.5 e principalmente nelle case 2 target deboli per la Radio negli ultimi anni, i giovani e le donne. Capolavoro.

E per concludere ci vuole anche uno sguardo alla Top 10 delle emittenti che hanno più ascolto dal Televisore, siano esse Visual Radio o canali audio. Al di sotto della share dal televisore indicata nelle righe blu quelle arancioni riportano il dato totale riscontrato con tutti i device di ascolto. Alcune note evidenti, se non proprio clamorose. RTL 102.5 e RADIO ITALIA fanno insieme e da sole più del 55% dell’ascolto dal device televisore. Il gruppo RTL 102.5 piazza in top 10 anche RADIO FRECCIA, ottimo dato, e RADIO ZETA. Splendido dato, dulcis in fundo, per RADIO NORBA, addirittura 4^ a livello nazionale e sostanzialmente appaiata a RADIO DEEJAY con una share dal televisore che è cinque volte superiore a quella generale.

Condividi:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *