RADIO MONITOR: ECCO i PRIMATI 2015

Dal 10 marzo scorso sono disponibili anche su nastro i dati annuali di RADIO MONITOR per il 2015. Come già sottolineato in un precedente articolo non è proprio un rilascio tempestivo ma, comunque, vale certamente la pena di esplorare ed analizzare i dati per individuarne evidenze e primati. Il dato specifico selezionato è quello dell’ascolto nel Quarto d’Ora che, non lo si ripete mai abbastanza, ovunque nel mondo è quello primario per le analisi e soprattutto per il ranking, dunque per la determinazione delle classifiche. Anche se nel secondo semestre RADIO 105 ha superato RTL 102.5 nei Quarti d’Ora, a livello del dato annuale pesa a favore della seconda il miglior primo semestre del 2015. Di seguito i primati anche per Sesso, Area, Target di Età e Professione delle Radio Nazionali e Pubbliche. Dunque, quali sono i numeri uno dell’ascolto di Radio Monitor 2015?

Nr. 1 nei Quarti d’Ora dalle 6 alle 24: RTL 102.5 con 634.200 ascoltatori medi.
Nr. 1 nei Quarti d’Ora dalle 6 alle 6 (24 ore): RTL 102.5 con 487.900 ascoltatori medi.

Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Sesso Maschile: RADIO 105, seguita da RTL 102.5 e RADIO DEEJAY
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Sesso Femminile: RTL 102.5, seguita da RADIO ITALIA e RDS

Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Area Nord-Ovest: RADIO 105, seguita da RTL 102.5 e RADIO DEEJAY
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Area Nord-Est: RADIO 105, seguita da RTL 102.5 e RADIO DEEJAY
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Area Centro: RDS, seguita da RADIO 105 e RTL 102.5
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Area Sud e Isole: RTL 102.5
, seguita da RDS e RADIO ITALIA 

Il dato della distribuzione geografica è quello che più di tutti spiega il ranking favorevole a RTL 102.5. L’emittente vince nel Sud e nelle Isole con un dato strepitoso di oltre 238.000 ascoltatori medi nei Quarti d’Ora dalle 6 alle 24, quasi il 38% del totale del suo ascolto, mentre il resto è conseguito al Nord-Ovest e al Nord-Est cui segue il Centro, per la verità un pochino indietro (3^). Il profilo professionale degli ascoltatori di RTL 102.5 risente in una certa parte della concentrazione geografica al Sud e alle Isole ma il vantaggio sui competitor è quantitativamente devastante. Per contro, la concorrente diretta RDS ha un punto debolissimo nella parte settentrionale del Paese, nel Nord-Ovest (solo 6^) ma anche nel Nord-Est (solo 6^), che non le permette assolutamente di sognare il primato.

Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 14-17 anni: RTL 102.5, seguita da RDS e RADIO DEEJAY
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 18-24 anni: RTL 102.5, seguita da RDS e RADIO 105
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 25-34 anni: RADIO 105, seguita da RTL 102.5 e RADIO DEEJAY
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 35-44 anni: RADIO 105, seguita da RTL 102.5 e RADIO DEEJAY
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 45-54 anni: RTL 102.5, seguita da RADIO 105 e RDS
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 55-64 anni: RTL 102.5, seguita da RAI RADIO 2 e RADIO ITALIA
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target oltre 64 anni: RAI RADIO 1, seguita da RAI RADIO 2 e RAI RADIO 3

Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Imprenditore/Libero Professionista: RADIO 105
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Artigiano/Commerciante/Coadiuvante: RADIO 105
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Dirigente/Quadro/Funzionario: RTL 102.5
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Impiegato/Insegnante
: RADIO 105
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Operaio/Commesso: RADIO 105
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Casalinga: RTL 102.5
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Studente: RTL 102.5
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Pensionato: RAI RADIO 1
Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Professione Non Occupato: RTL 102.5

 

Condividi il post/la pagina:

2 thoughts on “RADIO MONITOR: ECCO i PRIMATI 2015

  1. Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 14-17 anni: RTL 102.5
    Nr. 1 nei Quarti d’Ora per Target 18-24 anni: RTL 102.5

    Sicuramente un dato che non mi aspettavo sinceramente

    1. Buongiorno Fabrizio. Credo vi siano almeno 2 motivazioni. La prima è il dominio assoluto di RTL 102.5 nella fruizione da televisione che incide più degli smartphone e più dei computer negli ascolti generali. E sono i giovani a usare la televisione in casa come centrale dei media. La seconda è che i concorrenti su quei target hanno reti di telecomunicazioni modeste. Forse anche chi ritiene che il futuro della Radio per i giovani debba essere solo in formati molto parlati… dovrebbe riflettere un po’ di più…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *