ASTORRI COMPLETA il LABORATORIO di PROGETTAZIONE RADIOFONICA 2021

Grande soddisfazione! Insegni Teoria e Tecniche della Radio Musicale e poi nel Laboratorio di Progettazione Radiofonica gli studenti creano formati innovativi con grande creatività e competenza. Potenzialmente tutto pronto per l’on-air! Bravissimi!

E’ vero, ho completato il Laboratorio di Progettazione Radiofonica del Master in Comunicazione Musicale della Università Cattolica di Milano. Il mio secondo insegnamento dell’anno per il Master dopo quello di “Teoria e Tecniche della Radio Musicale“. Nel titolo dovrei tuttavia riconoscere agli studenti e non a me il credito del 100% per il completamento. Lo faccio qui. Dopo aver appreso le competenze Radio nel corso, gli studenti nel Laboratorio hanno analizzato la realtà di una regione e progettato 3 formati mancanti. Lavori eccellenti.

Quest’anno la regione analizzata è stata il Lazio. Un’area del Paese con una valida presenza di Radiofonia pubblica e locale oltre a quella nazionale. L’attenzione si è posta sulla Top 30 delle emittenti più ascoltate. Esse sono state studiate in 2 modi. Da un lato si è approfondito il loro profilo degli ascoltatori e dall’altro si sono monitorate in modo strutturato per rilevarne Stationality, Musica, Conduzione, Informazione/Attualità e Interattività. Fino a quel momento si è trattato di un lavoro condiviso tra tutti gli studenti del Laboratorio.

Nel corso della fase di analisi e come stimolo verso la progettazione gli studenti hanno ricevuto anche due lezioni con ospiti qualificati nell’innovazione Radiofonica. Il primo è stato Daniele Suraci, editore incaricato di RADIOFRECCIA, e il secondo è stato Antonio di Marco, titolare dell’istituto MPS, leader nelle ricerche qualitative per il mezzo Radio. Al termine del percorso di analisi, e solo in quel momento, gli studenti sono entrati in modalità di creazione e hanno proposto 3 progetti alternativi. Un formato è la creazione da una scarsità.

I 3 formati proposti dagli studenti

Si è cominciato con il definire i posizionamenti dei 3 progetti e solo a quel punto gli studenti si sono divisi nei gruppi di lavoro, esattamente in 10 per ciascuno. E per 5 lezioni i 3 progetti sono stati man mano meglio definiti e arricchiti da dettagli. Ho dovuto dare solo pochi suggerimenti su parti strutturali senza mai violare la creatività degli studenti, sempre peraltro all’altezza delle mie aspettative. Così fino alla presentazione finale del 17 giugno 2021. Ecco i nomi dei 3 formati Radiofonici sviluppati dagli studenti del Master in Comunicazione Musicale.

  1. INDIE – “RADIO OSSIGENO”
  2. URBAN – “YOURBAN”
  3. BLACK/ADULT CONTEMPORARY – “DOWNTOWN RADIO”

I progetti sono interessanti anche perché carichi della passione musicale degli studenti (età media di 24 anni, laureati) e delle loro competenze di industria discografica, di quella degli eventi, di economia del media musicali e digitali e di altre ancora, acquisite e accresciute nel Master. Dall’uso del digitale e dei social è evidente come gli studenti del Laboratorio abbiano espresso progetti Radiofonici calati non solo nella piattaforma del mezzo ma anche in tutte quelle collaterali. E con innovazioni creative particolarmente originali, anche nei palinsesti.

Si tratta di studenti qualificati che desiderano in qualche caso anche un percorso di stage e poi di lavoro nel mondo della Radio e che mi auguro possano conseguire pienamente. Come per i 3 anni precedenti Gianni Sibilla, direttore del Master in Comunicazione Musicale, ha autorizzato la pubblicazione dei 3 progetti del Laboratorio di Progettazione Radiofonica 2021 e che saranno promossi da questo blog. Lo ringrazio davvero sentitamente. La pubblicazione dei progetti è prossima! Uno alla volta, con i riflettori accesi. Stay tuned!



Desideri rimanere aggiornato
sui temi del mondo Radiofonico?
Le Newsletter periodiche di ASTORRI
sono 4 e puoi sceglierle
in base al tuo interesse.
Selezionale e registrati qui!


Condividi il contenuto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *