DOPPIA VISUAL RADIO nel 2020: è NATA anche “SA RADIOLINA”

“Brand Bouquet” estetici o manieristici? No! Qui c’è un caso di sostanza. RADIOLINA, la prima emittente locale in Sardegna, inaugura la sua seconda VISUAL RADIO in un anno. Ed è per “SA RADIOLINA”, il canale dedicato alla musica della tradizione sarda.

RADIOLINA è la Radio locale numero 1 della Sardegna. Emittente storica e proprietà del gruppo de L’UNIONE SARDA ha nell’amministratore Francesca Basti e nello station manager Raffaele Masili le due figure di riferimento. Con uno staff motivato e qualificato in un anno che definire complesso è eufemistico, RADIOLINA ha prodotto ben due Visual Radio nel corso del 2020. La prima è quella già descritta qui e si riferisce all’emissione principale in FM.

La novità dal 19 dicembre è che in Visual Radio c’è ora anche “SA RADIOLINA“. La stazione dedicata alla musica tradizionale sarda in lingua italiana e locale era già disponibile da qualche anno sul web, fortemente voluta dall’editore Sergio Zuncheddu. In collaborazione con “Sardegna Canta” e sotto la supervisione di Raffaele Masili la nuova Visual Radio di “SA RADIOLINA” opera ora la sua presenza sul DTT con il canale 601, ricevibile in tutta l’isola.

Anche per questa seconda inaugurazione di una Visual Radio in un anno il management di RADIOLINA ha pensato a un concerto in diretta, fatto rilevante in generale e in particolare nell’anno del Covid-19. Per questa occasione è stato scelto un gruppo chiaramente sardo ma noto certamente in tutta Italia, i Tazenda. In diretta dall’Aula Magna dell’Università di Sassari il gruppo di rock etnico si è esibito per chi fruiva “SA RADIOLINA” in Visual Radio.

L’idea Visual Radio della stazione è comunque anche per la flessibilità. Francesca Basti ha dichiarato che in prospettiva si possono progettare dirette e format volti a promuovere  la diffusione e la promozione della Sardegna, non solo in ambito musicale. Un brand importante, una emissione locale fortemente collegata alle tradizioni del territorio. Un magnifico esempio di come le parole “Radio” e/o “Visual Radio” possano produrre servizi a supporto delle culture. Benvenuta “SA RADIOLINA”!

Condividi il contenuto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *