RADIO BRANDING con il NUMERO 1: DAVE FOXX

Una intervista a Dave Foxx non dovrebbe mai finire. Creatività e tecnica senza fine. Qui c’è un estratto di concetti preziosi e anche semplici. Gli iscritti a 360 Broadcasting avranno ben 8 ore molto intense. Solo con Dave Foxx…

Una splendida opportunità da condividere qui. Grazie a Lello Orso, organizzatore di 360 BROADCASTING, è stato possibile incontrare online il collega-docente più prestigioso del corso. Con tutto il rispetto per gli altri, me compreso.
Dave Foxx è un uomo geniale, per 30 anni il production manager di WHTZ-FM, alias Z-100 di New York. E’ ritenuto il guru del Radio Branding a livello internazionale, un grande talento che ha deliziato il mondo FM con la sua creatività.

Dave, perché nel 2021 è ancora così importante costruire i Brand Radiofonici? “Ecco cosa succede. Crei un Brand dalla tua stazione, dalla musica che suoni. Da quel momento chiunque ascolti una canzone che per la prima volta ha sentito sulla tua stazione penserà che la sta ascoltando. Perfino se si trova in un’altra parte del mondo penserà alla tua emittente. Far pensare alla tua stazione in luce positiva è l’unica via per il successo“.

Gli strumenti per il Branding

Quali sono i tuoi strumenti preferiti e raccomandati per il Radio Branding? “I sweeper (effetti/suoni con voce, no canto) sono i mezzi più veloci per farlo. Non tutti li usano con la dovuta efficacia, il che è un vero peccato perché essi sono il modo più semplice di agire. Sempre che si abbia chiaro in mente chi si vuole essere nella mente dell’ascoltatore. Troppe persone nella Radio non danno sufficiente pensiero e attenzione ai sweepers.

Prima di tutto è bene comprendere chi componga la tua audience. E’ molto importante. Uno dei motivi per cui il formato Contemporary Hit Radio è stato di così grande successo negli anni è perché ha mirato un target preciso: donne, 21enni, buona istruzione, reddito medio. E’ il centro dell’attenzione generale. Ci sono ascoltatrici anche più adulte ma esse aspirano ad avere 21 anni. Sembra un numero magico, 21, l’età che tutte le donne vorrebbero avere.

Sembra un’affermazione sciovinista ma è solo una osservazione. Gli uomini sono sensibili ad altri aspetti ma desiderano al pari delle donne essere in quel gruppo, spesso più giovane. Mi differenzio nell’approccio al target perché tutti si focalizzano sul gruppo mentre io mi rivolgo a un singolo individuo. Identifico letteralmente una singola persona. A quel punto tutte le altre seguiranno. Tutte saranno attratte da quel baricentro.

Se si mantiene la mente sufficientemente chiara e leggera sull’obiettivo, realizzare sweepers è semplice. Occorre poi considerare che la comunicazione più lunga della identità di stazione, come quella dei promo, può generare cambi di emittente. Quando interviene uno sweeper le persone sentono che la musica continua, che la ragione per cui sono all’ascolto non è calpestata. Il messaggio corto, efficace, diretto sul punto, è gradito“.

Il miglior riconoscimento? L’essere creativo

Tutti ti considerano il guru del branding Radiofonico, Dave. Sei lieto per questo riconoscimento? “Chi non lo sarebbe. In realtà le cose che trasmetto agli operatori della Radio sono o dovrebbero essere auto-evidenti. Mi trovo spesso a valutare che non sono cose che penso io, sono proprio elementi di senso comune. Quindi non mi sento un guru. Amo quello che faccio e faccio ciò che amo. Il mio vero mantra è la creatività, voglio sempre essere creativo.

Anche in questo fine settimana ho letto un articolo che sostiene che con la creatività si nasce. Non è per niente vero. La creatività è un grande esercizio, che si impara e con cui si cresce e ci si alimenta. Anche se non si è stati creativi fino a un certo momento, da quello dopo non c’è nulla che possa impedire di diventare tali. La creatività è molto semplice. Si tratta di prendere una idea da un lato, un’altra dall’altro e unirle insieme! Da ciò c’è una generazione di energia.

Il Branding è estremamente importante perché le persone devono capire dove andare e dove vanno“. Cosa ti ha aiutato ad essere più creativo nella tua carriera? “E’ tutto cominciato molto prima della mia carriera. E’ successo quando ho imparato a suonare il pianoforte all’età di 8 anni. Questa singola attività ha avuto un enorme impatto sulla mia carriera nei termini della creatività. Ho avuto l’esempio di come si possa creare una melodia“.

Il ritmo e l’armonia sono i singoli requisiti che spesso impediscono a molte persone di svolgere una valida funzione di produzione. Il background nella musica aiuta tantissimo. E occorre anche considerare come il cuore delle persone sia il generatore originale e primario di ritmo. E che cerca di sintonizzarsi con quelli esterni, adeguandosi“.

Gli insegnamenti di Dave Foxx previsti in 360 Broadcasting

Non credo che mancherà l’insegnamento della creatività nel tuo corso, Dave. Mi sbaglio? “No, è giusto. Le mie prime 2 ore su 8 riguarderanno la creatività. Come riconoscerla, come apprezzarla, come svilupparla. Quando ciascuno, proprio chiunque, comprende che può essere creativo allora si applica con intensità. E’ mettere insieme 2 idee e vedere cosa succede. E’ facile. Quelli che riusciranno meglio saranno coloro i quali si saranno applicati di più, se non sempre.

Dopo le sessioni sulla creatività mi occuperò anche di aspetti più tecnici. Desidero che le persone comprendano molto meglio i concetti della compressione. Come funziona. Come utilizzarla. Come non abusarne. Poi produrrò un promo live, in diretta, dall’inizio fino alla fine. Si potrà vedere tutto perfettamente a schermo. Questa attività durerà circa 20/25 minuti. Non parlerò molto nel corso del montaggio. Voglio che siano le persone a farmi delle domande.

Quindi almeno 3 sessioni saranno dedicate a tutto quello che mi hanno visto fare sullo schermo e in audio. Come comprimere il timing, come trattare l’audio correttamente. Se gli strumenti che fornisco entreranno nella cassetta degli attrezzi, tutto il resto sarà facile. E quindi è possibile da quel momento in poi investire tutto il tempo nell’essere creativi e coerenti verso il brand. Qualcuno intende perdere le sessioni di Dave Foxx? Io no!



Desideri rimanere aggiornato
sui temi del mondo Radiofonico?
Le Newsletter periodiche di ASTORRI
sono 4 e puoi sceglierle
in base al tuo interesse.
Selezionale e registrati qui!


Condividi il contenuto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *